Hostess Fieristica

Elementi descrittivi
Nell’ambito del sistema fieristico, le Hostess si occupano di ricevere ed identificare i visitatori e di fornire supporto informativo (materiale e spiegazioni) durante l’intero svolgimento della manifestazione. La loro professione le mette a diretto contatto col visitatore sin dal suo primo ingresso in Fiera, svolgono quindi una funzione importante e delicata per la quale sono richieste doti comunicative, conoscenze linguistiche, buona presenza e una sicura conoscenza della Mostra e della logistica del padiglione. Il comportamento delle Hostess, la completezza e la correttezza delle informazioni che forniscono, il modo di relazionarsi col pubblico incide sul grado di soddisfazione del cliente, che, è bene ricordare, partecipa a un evento con precisi obiettivi professionali ed è spesso compresso da tempi di lavoro ristretti. L’Hostess è chiamata quindi a fornire informazioni corrette e precise che facilitino il visitatore in tutta la sua permanenza alla Mostra e a relazionarsi con cortesia e pazienza. 

Elementi di innovazione
L’Hostess riflette nella sua professione elementi di innovazione relativi in generale all’intero sistema fieristico. Da un lato deve quindi recepire l’evoluzione che man mano le Fiere hanno assunto, sempre più connotate come luogo di informazione, relazione, scambio più che di acquisto; da qui l’importanza della convegnistica e di tutto l’apparato informativo collegato. Dall’altro deve acquisire la capacità di utilizzare la strumentazione tecnologica e informatica a supporto dei servizi di Reception e di Informazione. In Fiera Milano le Hostess, dopo un breve corso di formazione, acquisiscono un patentino per l'utilizzo del software degli info-point.

Elementi relativi al contesto lavorativo
In prevalenza accedono alla professione due diverse tipologie di lavoratrici: studentesse interessate a brevi esperienze lavorative durante il corso degli studi (in attesa della scelta professionale definitiva) oppure operatrici (spesso casalinghe o donne con figli piccoli) che si dedicano in modo più continuativo a questa attività (anche come hostess congressuali oppure in convention/ meeting).
Il contratto tipo nel settore è quello della prestazione occasionale con ritenuta d'acconto. L’impegno, di otto ore giornaliere, è articolato in maniera flessibile nel corso dell’anno, con turni di circa 4/5 gg a mostra, a cavallo del week end. L’Hostess fieristica può anche trovare impiego in occasione dell’organizzazione di eventi, convegni, congressi.

Preferenze relative al background formativo
Per accedere alla professione non è richiesto un particolare titolo di studio, sebbene una buona cultura generale, quindi un Diploma di Scuola superiore o una Laurea breve, costituisca un titolo preferenziale. E’ vincolante invece la conoscenza dell’inglese e di almeno un’altra lingua straniera.
L’Hostess deve possedere inoltre una particolare predisposizione ai rapporti interpersonali, così come deve avere una discreta presenza