RECEPTIONIST D’ALBERGO

Elementi descrittivi
Il Responsabile al ricevimento, o Receptionist, è la prima persona che il cliente incontra nel soggiorno presso una struttura ricettiva.
Assume quindi una funzione delicata di accoglienza da un lato, di rappresentanza dall’altro.
Si occupa del front e back office con l'accoglienza del cliente, la prima informazione, le procedure di check-in e check-out e, in generale, raccoglie tutte le richieste che il cliente può formulare durante il soggiorno, predisponendo quanto necessario alla sua soddisfazione.
Gestisce l'attività di prenotazione (in assenza di personale addetto a questa specifica attività) e il servizio di centralino.
Insieme alle attività di registrazione clienti, di tipo organizzativo-gestionale, egli svolge anche, con la tenuta della cassa, funzioni amministrativo-contabili, nonché funzioni di vigilanza e controllo.
Il Responsabile al ricevimento coordina dunque le attività di tutto il reparto di ricevimento e di portineria, pianificando le presenze dei collaboratori in base alle richieste di prenotazione ricevute e impartendo loro le diverse disposizioni.
Se la struttura nella quale svolge il suo lavoro dispone di sale per convegni e congressi, si occupa anche del servizio prenotazioni di questi spazi.

La professione in relazione al contesto fieristico
Il cliente d’albergo spesso necessita di informazioni sulla località in cui soggiorna e sulla disponibilità di servizi: dov’è il tal posto, come si raggiunge il tal luogo, dove si può trovare il tal servizio
Il cliente fieristico non si distingue in questo senso dagli altri clienti, soprattutto dal turista d’affari.
Aggiunge però alcune richieste particolari:
I. calendario e orari delle Fiere
II. trasporti da e verso il Quartiere fieristico, in direzione dell’albergo, o di altre località di interesse
III. organizzazione delle manifestazioni e del Quartiere fieristico
IV. disponibilità di servizi di stand, per esigenze dell’ultimo momento, come per esempio servizi di copisteria, cartoleria, o noleggio attrezzature-media
V. disponibilità di servizi alla persona in orari extra-fieristici (mattino presto o sera), come parrucchiere o estetista
VI. informazioni su locali (ristoranti, bar, night) dove poter ospitare qualche cliente o il proprio staff di stand per una serata incentive
Il Responsabile al ricevimento ha quindi il compito di raccogliere e fornire informazioni in questo senso.
Mostra inoltre professionalità se conosce le tipologie di manifestazioni, la merceologia esposta e, conseguentemente, la tipologia di espositori e visitatori presenti in Fiera.
Ogni Fiera ha una sua personalità e una sua clientela.
Conoscerne gusti e bisogni è una carta in più per servire al meglio anche il proprio cliente.

Elementi di innovazione
La professione non presenta particolari elementi di innovazione, anche se le nuove tecnologie supportano oggi anche i servizi alberghieri.

Elementi relativi al contesto lavorativo
Il Responsabile al ricevimento lavora nella hall dell’albergo, presso il bancone della portineria.
In strutture di grandi dimensioni o di alta categoria, l’unità che gestisce il servizio di reception può essere composta da uno staff di molte persone.
In questo caso il Responsabile coordina il lavoro degli addetti al ricevimento e gode di un’ampia autonomia.
In strutture medio-piccole, invece, non è infrequente che le funzioni di Responsabile al ricevimento e di Direttore siano svolte da un unico soggetto.

Preferenze relative al background formativo
Il percorso di formazione più idoneo è l’Istituto professionale per i servizi alberghieri e ristorazione.
Per completare la propria preparazione professionale, acquisire sensibilità ed apertura mentale ed affinare le proprie conoscenze linguistiche, può essere molto utile avere effettuato esperienze di lavoro anche all’estero.